L'importanza dei social

Quanto é stato scritto sui social e quanto ancora si dovrá scrivere? Non potevo non dire la mia anche su questo argomento e cosí, che piaccia o no, vi daró la mia veritá sul mondo visto da dietro un pc.

Fino a qualche anno fa (e nemmeno troppi) il mio lavoro veniva considerato uno tra i piú belli ed interessanti nell’Italia tutta: la possibilitá di viaggiare, incontrare persone, scambiare opinioni a voce, stringere mani, a volte litigare per un contratto. Questo era il nostro lavoro di commerciali.Oggi mi manca molto, devo essere onesto, la possibilitá (ed a volte la voglia) di prendere la mia 24 ore ed uscire, solo per il gusto di andare a prendere il caffe’ con un cliente. I social hanno cambiato radicalmente il modo di fare il commerciale. Chi fa marketing lo sa’ bene quanto sia importante essere sempre sul pezzo, on line, live, sempre un passo avanti a tutti.

Alzi la mano chi di noi non ha uno “smart” phone? Siamo connessi ormai 24 ore al giorno, alla ricerca di non sappiamo neanche noi cosa, sempre lí col pollicione prensile a scorrere migliaia e migliaia di MB di informazioni. E, ovviamente, anche io ne faccio parte e largo consumo. La mattina ci svegliamo e una delle prime cose che facciamo é controllare se abbiamo qualche messaggio (sbaglio?). Credo che un buon 90% di ció che riceviamo sia “spam” ovvero informazioni inutili che il nostro cervello é costretto a ricevere. Ma se del restante 10% riuscissimo a far tesoro e magari investire una piccola parte del nostro tempo, ecco che avremmo utilizzato in maniera “smart” il nostro amico telefono. I social media, e penso soprattutto a Facebook, Twitter, Instagram, e Linkedin (solo per citarne alcuni) hanno velocizzato in maniera esageratamente esponenziale il nostro modo di vivere e di pensare. 

Avreste mai immaginato fino ai primi anni 2000 di poter acquistare il vostro biglietto aereo col telefonino in circa 4 minuti e tramite una App dedicata? E poi andare in aeroporto e mostrare lo schermo del telefono anziché una carta d’imbarco? Il turismo é stato uno dei primi canali a beneficiare di questo tipo di vendita. Ed é qui che a mio parere dovremmo tutti investire. 

Attenti sempre alle trufffe, ce ne sono veramente tante in rete, ma sappiate che il futuro (ops!) anzi il presente é essere social. E se per caso vi va di prendere un caffé col vostro cliente/amico preferito, spegnetelo lo smartphone che due chiacchiere dal vivo fanno sempre bene allo spirito.


p.s. dimenticavo…. se vi e piaciuto l’articolo…. condividetelo 🙂



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *